top of page

Accettare il Rifiuto: perché è così dannatamente difficile

Aggiornamento: 17 mag


Rifiuto

"Sono tempi bui quelli che corrono ultimamente in questa società."


Con l'avanzare del tempo si denota un'enorme difficoltà ad accettare rifiuto ed abbandono, soprattutto in gran parte negli adolescenti e poi negli adulti.


Innanzitutto Benvenuto/a.

l'intento di questo nuovo articolo è quello di ragionare e fare chiarezza, su quelle che potrebbero essere le cause di reazioni violente e purtroppo molte volte letali...


Quindi se sei pronto/a, mettiti comodo/a e scopri insieme a me come affrontare questa tematica tremendamente delicata.


Accettiamo!



Difficoltà ad accettare il rifiuto: le mie ipotesi

Mentre scrivo questo articolo, qui in italia è appena avvenuto il 105° femminicidio da parte di quello che sarebbe dovuto essere il classico "bravo ragazzo".


E' chiaro ed evidente che ultimamente ci sia un aumento esponenziale di queste tragedie, dovute al "non riuscire ad accettare il rifiuto" da parte della propria/o partner.


"Ma quindi, quale potrebbe essere quella cosa che fa scattare questa "molla demoniaca" nel nostro cervello?"


La mia prima ipotesi personale è quella dovuta ai traumi infantili nei primi anni di vita.


Si sa che il bambino fin dalla sua tenera età è estremamente soggetto agli impulsi esterni, essendo praticamente come una "Spugna" che assorbe qualunque input gli arrivi.


Quindi, litigi fra genitori, divorzi, o abusi in famiglia, possono essere il trauma principale e indelebile che il soggetto si porterà fino alla tomba.


La mia seconda ipotesi, nel caso non dovessero esserci traumi iniziali, potrebbe essere dovuto all'evoluzione tecnologica.


I social media in particolare, hanno creato in questi ultimi anni degli stereotipi estremamente elevati, che riguardano in particolare l'ostentazione di false ricchezze, stili di vita da sogno e fisici mozzafiato.



E' probabile che chi venga rifutato, cerchi di paragonarsi inevitabilmente a qualcuno che abbia avuto (anche solo apparentemente) più successo di lui, causando così una depressione tale da far scattare quella "molla demoniaca".


Tutto ciò potrebbe benissimo ripercuotersi nelle relazioni amorose.


Ricerche scientifiche: cosa accade al nostro cervello in caso di depressione

Dopo averti esposto le mie ipotesi personali, ti riassumo qui sotto invece le varie ricerche scientifche che ho trovato su internet.


Nel campo della neurobiologia, ricercatori della Harvard Medical School hanno utilizzato avanzate tecniche di imaging cerebrale per mappare l'attività neurale in individui affetti da depressione.


Ciò ha permesso loro di individuare regioni specifiche del cervello coinvolte nei processi emotivi, evidenziando alterazioni chimiche che potrebbero contribuire allo sviluppo della depressione.



Contemporaneamente, gli psicologi di Harvard hanno condotto studi comportamentali per comprendere meglio come le persone affrontano il rifiuto.


Attraverso interviste, questionari e osservazioni, hanno identificato modelli ricorrenti di risposte emotive e comportamentali di fronte a situazioni di rifiuto.


Ad esempio, hanno scoperto che alcuni individui tendono a isolarsi socialmente, mentre altri potrebbero sviluppare pensieri negativi su di sé.


In termini di risultati, invece le ricerche neurobiologiche hanno fornito nuove intuizioni sulla biologia della depressione, evidenziando l'importanza di un equilibrio chimico nel cervello per il benessere mentale.


D'altra parte, gli studi psicologici hanno contribuito a delineare strategie di coping e a identificare fattori che possono influenzare la resilienza emotiva di fronte al rifiuto.


Queste indagini, dunque, non solo ci permettono di comprendere meglio i meccanismi alla base della depressione e della "non accettazione del rifiuto", ma aprono la strada a possibili interventi terapeutici personalizzati e a strumenti pratici per gestire le sfide emotive quotidiane.



Educazione ed Esperienze: perchè sono fondamentali

L'educazione è, e deve essere sempre alla base dell'essere umano odierno.


Educare i propri figli ad essere razionali e responsabili, contribuirà alla crescita di una persona matura e molto incline all'auto controllo.


Può sembrare una banalità bella e buona quello che ho scritto qui sopra, ma purtroppo è estremamente fondamentale e in molti tendono ad ignorarla brutalmente.


Nei più giovani il rifiuto è più difficile da gestire, soprattutto per la mancanza di Esperienze di vita.


Perché è proprio l'Esperienza del Rifiuto a rendere più forte una persona nel corso degli anni, andando così a forgiarla (metaforicamente) cicatrice dopo cicatrice.



Narcisisti e maniaci del controllo: perché sono pericolosi

Negli adulti invece la "non accettazione del rifiuto", potrebbe accadere a causa di puro narcisismo o mania del controllo.


Questi soggetti possono apparire in un primo momento come delle "bravissime persone", ma con il proseguire della relazione negli anni, si riveleranno infine dei "personaggi tossici", e ahimè...


Alcune volte dei veri e propri assassini...


Riguardo proprio i narcisisti, ti lascio qui sotto 3 video direttamente dal canale YouTube del famoso formatore e psicologo Luca Romito, in cui ti andrà a spiegare brillantemente come riconoscere ed evitare questi scomodi personaggi, guardali attentamente perché sono Oro colato:





Conclusioni

In conclusione, mettendo insieme le informazioni che ti ho elencato qui sopra nei vari paragrafi, è possibile avere un quadro generale sulla difficoltà dell'accettare il rifiuto.


Ovviamente essendo un viaggio prettamente introspettivo e di natura psicologica, è una vera e propria "Guerra Interiore", che ognuno di noi deve imparare Combattere ma soprattutto a Vincere!



Io stesso sono stato rifiutato parecchie volte nel corso dei miei 38 anni, ma non mi sono MAI abbattuto una singola volta.


Ho fatto tesoro delle esperienze passate cercando di capire i miei errori e migliorando dunque come persona.


Non per nulla ho deciso poi di creare questo Blog di Crescita Personale!


Nel caso tu avessi bisogno di consigli in questo campo, puoi contattarmi direttamente via email o scrivendo nel Forum sempre su questo sito, sarò lieto di aiutarti!


Prima di lasciarti, ti linko qui sotto 2 miei articoli che ti saranno molto utili per crescere personalmente, ed evitare di cadere in trappole psicologiche:




Ma la Chicca finale è questo video YouTube di Just Mick, in cui andrà ad approfondire nel dettaglio un argomento davvero delicato correlato a quello di questo articolo.


Buona visione:


Molto bene


Spero con tutto il cuore di averti aiutato a fare un po' di chiarezza su questo delicatissimo argomento.

Se ritieni utile e di valore questo articolo, ricondividilo con chi pensi ne abbia maggiormente bisogno.

La vita è meravigliosa, ed è davvero un peccato farsela rovinare da chi non impara ad accettare il rifiuto...

Come sempre ti abbraccio e ti aspetto nel prossimo articolo.



Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page